Antichità E Medioevo. Storia Del Padre

Antichità E Medioevo. Storia Del Padre

CONTRIBUTI PER UNA PSICOPEDAGOGIA DELLA PARENTALIT PATERNA M A SS I M I L I A N O S T R A M A G L I A I NU O V I PA DR I . P ER U NA P E D A G O G I A DE L L A T E NE R EZ Z A , E U M , M A C ER ATA , 20 0 9 DERIVE PSICOPEDAGOGICHE Le derive psicopedagogiche che coinvolgono le famiglie

contemporanee in seno alle dimensioni della coniugalit e genitorialit responsabili sono: la sindrome del letto vuoto, deriva del lassismo, e la pedofobia, deriva del permissivismo. Il rifiuto dellintimit sessuale e il rifugio nella clandestinit delle relazioni esprimono il ripiegamento della coppia attuale su dimensioni di istantaneit e fluidit, a discapito di relazioni solide e durature. La paura di ammonire i bambini esprime la diaspora tra coerenza educativa e compiacenza genitoriale ed sintomatica della moderna societ senza padri.

PATERNIT E CONTESTO SOCIALE La percezione comune, in ambito psicopedagogico, che oggi sia assente il padre (famiglia normativa); in verit, sono presenti pi tipologie di padri, e il padre in astratto, ma con lui i nuovi padri, perdono il loro carattere fondante di educatori familiari al contesto sociale (famiglia affettiva). Appare chiaro come la carenza dei valori di marca paterna sia a fondamento dellattuale crisi della famiglia che non rappresenta un soggetto politico e della partecipazione delle giovani

generazioni alla vita politica e democratica. LIDENTIT NARRATIVA O GRUPPALE Al piano della verticalit corrisponde la dinamica transgenerazionale del vissuto della paternit, ossia un sistema di interpretazioni, tradizioni e significati che attraversa le generazioni di un sistema familiare. Si tratta di dinamiche informate dai criteri della diacronia e della continuit (primato della categoria pedagogica di tempo, psicologia dello sviluppo).

Al piano dellorizzontalit corrisponde la dinamica intergenerazionale della relazione parentale, ossia un sistema di appartenenze, legami, codici di convivenza comune che caratterizzano i rapporti interni a un sistema familiare. Si tratta di dinamiche informate dai criteri della sincronia e della durata (primato della categoria pedagogica di spazio, psicologia sociale).

RUOLO, FUNZIONE, VALORE Lo studio del ruolo parentale interesse specifico della psicologia e della sociologia (essere padre); quello della funzione educativa parentale ambito specifico della psicologia e della pedagogia (sentirsi padre, esserci come padre); lo studio del valore del padre concerne lambito educativo e pedagogico (oltre che teologico), e tratta della paternit incarnata quale appello testimoniale.

LAPPROCCIO SISTEMICORELAZIONALE I fondamenti dellapproccio sistemico sono rinvenibili nellopera del biologo austriaco Ludwig von Bertalanffy General System Theory (1968) ma i suoi primi studi sulla TGS risalgono al 1950-1951. Alcuni assunti deducibili dalla teoria che definisce la famiglia sistema di relazioni sono: la persona umana un sistema di relazioni familiari

interiorizzate; la relazione inalienabile, anche quando discontinua o negata dagli agenti stessi del rapporto educativo; ogni sistema familiare composto da pi sottosistemi in relazione tra loro (coniugale, parentale, fraterno); il sistema familiare pi della somma dei singoli membri e delle relazioni tra essi incarnate; si padre in relazione a una madre e viceversa, anche in situazioni di assenza o negligenza di uno dei coniugi;

da medesimi genitori nascono figli con caratteristiche psicologiche, problematicit e volizioni differenti (bipolarit relazionale); si figli in relazione a un padre e a una madre, e la patologia relazionale tra due coniugi o tra un figlio e un genitore crea una sofferenza dellintero sistema familiare; un sistema non mai autopoietico n autoreferenziale, ma in continuo scambio con i sistemi altri presenti nellambiente vitale (comunit civile come sistema di famiglie). TEORIA DEI FLUSSI-MODELLO IDRAULICO

La liquidit dellamore moderno (Zygmunt Bauman) si correla al modello comportamentale ipotizzato da Sigmund Freud (1856-1939), definibile idraulico in riferimento allo schema pressione interna-deflusso di energia psichica. IL PATERNO, LUOGO DELLA DIFFERENZA Se la funzione di caregiving della madre non fosse supportata e controbilanciata dal providing paterno, non

vi sarebbe possibilit di incontro, per il lattante, con lAltro generalizzato. Infrangendo lincantesimo fusionale in atto allinterno della diade primaria, il padre differenzia il neonato dalla madre, e ne fa differenza. MAMMI O PADRI PATERNI? Secondo Franco Fornari, la paternit sviluppa competenze parentali inconsce e non direttamente correlabili a uno specifico assetto culturale, le quali possono attivarsi o

arginarsi a seconda delle interferenze ambientali e dei modelli culturali predominanti. Mentre limitazione interpretata della madre snatura la specificit del comportamento paterno (mammo), limitazione interpretante delle cure materne consente la qualificazione educativa di un corredo affettivo marcatamente umano e rispettoso dei ruoli parentali (padre paterno). LA TENEREZZA DEL LATTANTE

Il bambino, fin dai primi mesi di vita, persona, e, in quanto persona, relazione con il sistema familiare, e non solo con la madre. Secondo Gustavo Pietropolli Charmet e Franco Fornari, il neonato ricco di competenze affettive, e la sua sopravvivenza legata alla messa in atto di una serie di comportamenti innati e geneticamente trasmessi. IL LAUSANNE TRILOGUE PLAY Silvia Mazzoni rileva come a tre mesi il bambino

comunichi su un piano non verbale di essere in grado di condividere unesperienza a tre. Le ricerche del gruppo di Losanna dimostrano come, in presenza di una madre depressa e dal volto immobile, il bambino sia confuso, guardi altrove o subisca un congelamento dellespressione facciale (freezing). Se dalla diade primaria si passa ad analizzare la triangolazione, in presenza di una madre depressa, il bambino volge lo sguardo al terzo presente, che sia il padre, la nonna o la tata.

IL NEONATO COMPETENTE La rilevanza educativa del terzo emerge, pertanto, fin dalla tenerissima et del bambino: secondo Hans Jonas, il dover essere del lattante diventa il dover fare transitivo di altri (appello). Il bambino, pertanto, creazione e creatura: in quanto creazione individuato, in quanto creatura vocazione alla cura genitoriale. La pedagogia della tenerezza insiste sulla dimensione

creaturale quale risposta della famiglia, e non solo della madre, al bisogno damore neonatale. LA PSICOANALISI CLASSICA Secondo limpostazione freudiana, il padre il terzo che si inserisce quale realt tra la madre, che rappresenta il piacere, e il bambino, invitando questultimo a uscire dal guscio protettivo materno. Il padre, in sintesi, lAltro generalizzato che consente, con il suo ingresso, il riconoscimento degli altri da parte

del bambino, il quale imparer gradatamente a non temere lestraneo. Le due funzioni universalmente riconosciute come valide ai fini dello sviluppo integrale della persona umana sono, in linea diacronica, il maternage, o affetto dispensato nelle prime fasi di vita a prescindere dallo stesso dispensatore, padre o madre, e il paternage, o somministrazione di regole parentali,

che si attua in una fase successiva ed sempre e comunque paternage a prescindere dallidentit di genere del dispensatore di norme. LETERNO RITORNO DEGLI AFFETTI Quando Sigmund Freud descrive le fasi dello sviluppo psicosessuale dellindividuo, non intende porre in rilievo la sessualit umana, quanto la dimensione affettiva dello sviluppo, che non preclude la corporeit, ma data a partire da e in relazione con essa.

TRACCE DELLAMORE PRIMARIO Nellultimo dei Tre saggi sulla sessualit (1905), Freud rileva limportanza della fase materna di accudimento del lattante: La madre lo accarezza, lo bacia, lo culla e lo tratta come surrogato di un oggetto sessuale completo. Ella sta svolgendo soltanto il suo compito, che le spetta, di insegnare al bambino ad amare. Una tesi che ritroviamo anche nei saggi di psicologia pi recenti (Giorgio Nardone): La maggioranza degli

uomini ama che la loro compagna li tratti talvolta come fossero cuccioli. CENSURA-LIMITE-NORMA Se la censura paterna ha funzionato (se stata affettivamente connotata e affettivamente elaborata dalla persona del figlio), la mediazione paterna consente di ritrovare il calore materno attraverso modalit realisticamente orientate.

MEMORIE DI AFFETTI PATERNI Come le cure materne, anche quelle paterne tornano eternamente a modellare i successi di vita filiali. Secondo Gustavo Pietropolli Charmet e Franco Fornari, sulla scena dellinterruzione di gravidanza scompare del tutto la presenza simbolica dei valori paterni. Lessenza del ruolo simbolico del padre mallevadore, o garante, il successo: il successo generativo in primis. Secondo lo psicologo californiano Stephen Poulter, il successo personale e professionale del figlio

evolutivamente garantito solo in presenza di un padre compassionevole-mentore, o guida. TRA LEGGE E ONNIPOTENZA La fase edipica (dai tre ai sei anni di vita) vede la comparsa, sullo scenario educativo, del padre rivale. Le pulsioni sessuali del bambino si dirigono verso il genitore di sesso opposto: una differenza non poco rilevante. Mentre il bambino, infatti, esprime la volont di ritorno

allonnipotenza materna, gli impulsi della bambina muovono verso la legge del padre. LA FRAGILIT DEL MASCHIO Lidentificazione, in questa fase, funziona come una sorta di meccanismo di difesa dalladulto significativo, ma per la bambina non comporta la separazione dal mondo delle cure primarie: le basta identificarsi alla madre superare la paura della stessa identificandosi alla sua onnipotenza per mezzo della legge.

Il bambino, al contrario, non solo deve imparare a disidentificarsi dalla madre, ma operare il passaggio dalla paura della castrazione allidentificazione risolutrice con il nemico. La bambina, in fondo, si innamora di ci che sente di non avere; il bambino, invece, non solo deve spostare lonnipotenza materna sul padre con la differenza che la prima era di segno positivo, o affettiva, e la seconda di segno negativo, o costrittiva , ma deve fare i conti con la potenza del padre, imparando a rinunciare alla propria.

La critica del padre freudiano ha prodotto una serie di padri irretiti dal senso di colpa, laddove un padre liberante non dovrebbe far altro che proporre divieti accessibili al sentire bambino. Il divieto o la proibizione dellincesto si pone quale origine della coscienza umana. Secondo Paul Ricur, ci che in gioco nella fase edipica il

riconoscimento del padre: dal fantasma al simbolo, dalla paternit non riconosciuta, mortale e mortificante per il desiderio, alla paternit riconosciuta, divenuta legame damore e di vita. Il fantasma paterno svanisce attraverso la ferita inferta dal padre, simbolo di libert. I nuovi padri, pertanto, sono chiamati a dividere con cura, con tenerezza, e a non indulgere nellindifferenziato, correlato intrapsichico di indifeso, indisposto, indifferente.

Recently Viewed Presentations

  • Zažívací ústrojí I. díl

    Zažívací ústrojí I. díl

    Ústní dutina a hltan Obličej = Facies labia oris (sup.+ inf.) frenulum angulus oris philtrum (laskavník) sulcus mentolabialis nasolabialis bucca (tvář) m. buccinator corpus adiposum buccae Bichati výběžky Obecná stavba trávicí trubice tunica mucosa (sliznice) epithelum (výstelka) lamina propria mucosae...
  • KEY STEPS TO IMPROVE AND MEASURE CLINICAL OUTCOMES

    KEY STEPS TO IMPROVE AND MEASURE CLINICAL OUTCOMES

    Every hospital and ambulatory surgery center to adopt and post a safety checklist in all procedure areas where an incision is made or anesthesia is administered.
  • ITE PC v4.0 Chapter 1

    ITE PC v4.0 Chapter 1

    MAC Sublayer. MAC constitutes the lower sublayer of the data link layer. Responsible for Data encapsulation and Media access control. Ethernet Evolution. Ethernet has been evolving since its creation in 1973. The Ethernet frame structure adds headers and trailers around...
  • talaroch07 - Council Rock School District

    talaroch07 - Council Rock School District

    Transport: Movement of Chemicals Across the Cell Membrane. Passive transport - does not require energy; substances exist in a gradient and move from areas of higher concentration toward areas of lower concentration
  • LA MAESTRA THOMPSON - WordPress.com

    LA MAESTRA THOMPSON - WordPress.com

    Como la mayor parte de los profesores, ella miraba a sus alumnos y les decía que a todos los quería por igual. Pero eso no era posible, porque ahí en la primera fila, desparramado sobre su asiento, estaba un niño...
  • Using New Remotely-Sensed Datasets in MOS Development: A Step ...

    Using New Remotely-Sensed Datasets in MOS Development: A Step ...

    Gridded MOS: Is a synthesis of many "classical" downscaling techniques e.g. interpolation, climatology, station MOS Is an example of a "lagged ensemble" T, Td, Max/Min, RH grids are created from last two model runs, weighted 2:1 Two Approaches: "MOS at...
  • WAOL Advisory Group Monday, March 21, 2011 Title

    WAOL Advisory Group Monday, March 21, 2011 Title

    Take Aways: Remind faculty to back-up frequently. Check profiles in Elluminate. F-2-F Tegrity training April 28 and 29—info to be sent Wed. Elluminate -need to get off v10 and move to Gemini by December 2012—maybe allow Gemini as choice this...
  • CCSU Quarterly Advisory Meeting - Healthy Campuses

    CCSU Quarterly Advisory Meeting - Healthy Campuses

    "Heightened interest by staff and lowered stigma" "…changes are happening within learning environments, policies and other areas" Specific barriers to introducing the systematic approach detailed in the Guide